Giardinaggio che passione!

Il giardinaggio è un’attività salutare. Ci permette di passare del tempo all’aria aperta ed in mezzo al verde, è rilassante e ci permette di dimenticare per un po’ tutti i problemi della vita reale. Inoltre abbiamo la soddisfazione di creare qualcosa con le nostre mani, seguirne i progressi, aiutarne la crescita e infine vedere e toccare con mano la bellezza che Madre Natura ha prodotto con il nostro aiuto. I fiori cresciuti nel nostro giardino profumano di più e le verdure dell’orto sono più buone, oltre che più sane perché senza pesticidi.

Però a volte occuparsi del giardino può essere una croce, non solo una delizia, soprattutto quando tutti i nostri sforzi vengono vanificati da qualche animaletto fastidioso che rosicchia le foglie più belle e le verdure più succose. O quando, durante un barbecue, quell’amico incurante decide di sedersi al centro della nostra aiuola preferita. Ecco qualche piccolo consiglio per aiutarvi a tenere il giardino pulito ed in ordine, così da goderne appieno i benefici.

Con delle forchette di plastica disposte in questo modo, ad esempio, terrete lontani in modo naturale i conigli e gli altri animaletti a cui piace venire a rosicchiarvi di nascosto l’insalata.

Che dire invece di decorare il portico, o la veranda, con un vecchio scolapasta trasformato in fioriera? Un modo divertente e colorato per evitare di gettare un oggetto che può assumere una nuova vita in modo creativo.

Il caffè americano, che così poco piace a noi italiani, apporta invece qualcosa di utilissimo: i filtri! Disponendone uno sul fondo di ogni vaso potremmo assorbire l’umidità del terreno e far crescere meglio le nostre piante.
Dei cucchiai vecchi, appiattiti e colorati, possono diventare dei simpatici segna piante da infilare nei vasi con le nostre piante aromatiche, così da non confonderle più.

Quante volte invece dimentichiamo quale pianta abbiamo piantato e dove? Con semplici sassi dipinti potremmo invece marcare il territorio ed evitare di confondere radicchio e carote, soprattutto chi è alle prime armi e ancora deve imparare a riconoscere le piante.

Delle vecchie bottiglie, lavate e infilate nel terreno, sono utilissime per delimitare i sentieri, ed evitare che l’amico sbadato di cui sopra vada a calpestare il frutto delle vostre fatiche e delle vostre cure.

Avete comprato una teglia per i muffin, ma non l’avete mai usata? Non è stata una spesa inutile, se può aiutarvi in giardino. Le sue cavità sono disposte esattamente alla distanza giusta per marcare le zone in cui piantare le sementi. Usatele come traccia per aiutarvi.

Che dire invece delle lattine vuote? Lavatele con cura, lasciatele asciugare e tagliate con un apriscatole la parte superiore. In questo modo diventeranno dei piccoli portafiori che potrete disporre come preferite, in casa o in giardino, per dare quel tocco di luce e creatività in più.

Di modi per decorare il giardino ve ne sono ancora moltissimi, a partire dai vecchi pneumatici usati come fioriere fino ad arrivare a sedie e tavoli con pallet riciclati. Ci siamo soffermati sui più utili e pratici, ma voi non date limiti alla vostra creatività e fantasia.

 

Commenti chiusi