Come trasformare le vecchie VHS?

Chi è cresciuto fra gli anni ’80 e i 2000 ha sicuramente accumulato in casa montagne di VHS, nelle loro ingombranti confezioni di plastica. Spesso si inceppavano, i colori non erano nitidi e l’immagine tremolava un po’. Molto meglio i moderni DVD o meglio ancora i Blu-Ray. Ma separarsi dalla VHS del nostro film preferito d’infanzia può essere difficile, nonostante il subconscio ci suggerisca che oltre a essere inutili occupano molto, molto, molto spazio.

A chi ha fretta di liberarsene consigliamo di portarle nelle aree di raccolta adibite, soprattutto perché il poliestere del nastro è abbastanza difficile da riciclare; chi ha più tempo può controllare se quelle vecchie VHS hanno aumentato il loro valore nel corso degli anni.

A tutti gli altri invece proponiamo qualche idea di riciclo creativo che ci farà sentire il nostro film preferito sempre al nostro fianco, combattendo contro la nostalgia.

Si possono riciclare in modo creativo le custodie, le VHS intere e i nastri.

Il nastro, in particolare, è molto resistente, quindi può essere tirato per renderlo di forma filiforme e lavorato come un normale filo, per realizzare ecogioelli, borse e, perché no, cappellini.

    

Una volta estratto il nastro, che fare dell’esoscheletro?

Aprendolo con un cacciavite può rivelarsi una fonte inesauribile di alternative per il riuso creativo.

 

Applicando due piccoli cardini sul dorso, può diventare una custodia originalissima.

E delle custodie vere e proprie?

    

Se invece non avete tempo e voglia di sezionare le vostre VHS ecco delle idee per usarle come mattoni da costruzione per tavolini e scaffali.

       Lasciate spazio all’inventiva e alla manualità e vedrete quanti modi utili riuscirete a trovare per non gettare ciò che può avere una seconda vita.

Commenti chiusi