Il Presepe fai da te fra originalità e riciclo

Natale sembra essere diventata la festa del consumismo, in cui tutti si affannano alla ricerca del regalo perfetto, delle decorazioni più spettacolari o più originali.

L’originalità risiede invece in ciò che possiamo costruire noi stessi, con le nostre mani, dipingendo e sagomando secondo il nostro gusto e la nostra inventiva. È questo anche il caso del presepe.

Di solito compriamo statuine e capanne già pronte, ma se invece rivolgessimo lo sguardo a ciò che abbiamo in casa scopriremmo di poter realizzare un presepe personalissimo. Si tratta di un lavoretto di riciclo creativo economico e divertente, a cui dedicarci anche in compagnia dei nostri bambini.

Cosa possiamo utilizzare? La casa offre solo l’imbarazzo della scelta.

Pezzetti di stoffa, troppi piccoli per poterli utilizzare per altri lavori di cucito, sono invece perfetti per un presepe da esporre su un ripiano o da appendere all’albero.

 

La tecnica del patchwork viene in nostro soccorso e scegliendo stoffe di colori, materiali e consistenze diverse il nostro lavoro sarà ancor più di effetto.

I tappi di sughero, invece, sono molto versatili: possiamo costruire sia la capanna, incollandoli fra loro con la colla a caldo, sia i personaggi, dipingendoli con i colori acrilici.

Pezzettini di legno e bastoncini di gelato si rivelano molto utili a Natale. Si possono sagomare, dipingere ed incollare fra loro con qualche goccia di colla a caldo per realizzare un bellissimo presepe fai da te.

Come dimenticare poi carta e cartoncino. Ideale per tutti coloro che hanno in casa molta carta che non sanno come utilizzare.

Che dice invece di un presepe realizzato con i rotoli di carta igienica, sagomati e dipinti per ricreare i vari protagonisti della natività?

Un’altra idea proviene direttamente dalla dispensa e dai pacchetti di pasta abbandonati e mai finiti, aperti da mesi e ormai immangiabili. Sono invece molto pratici e utili per realizzare un originalissimo presepe di pasta.

 

I vari tipi di pasta si possono incollare fra loro con della colla vinilica, mentre il riso è perfetto per il terreno. Ricordate, una volta finito di assemblarlo, di ricoprirlo di vernice protettiva, per farlo durare più a lungo.

Le capsule del caffè, svuotate del contenuto, lavate e lasciate asciugare sono la base per un presepe originalissimo, economico e di grande effetto artistico.

Infine che dire di un presepe da esterno, ricavato da vasetti e pietre, con l’aggiunta di pezzetti di stoffa di recupero per realizzare gli abiti?

Come vedete c’è solo l’imbarazzo della scelta per la realizzazione del vostro presepe personale, grande o piccolo che sia.

 

Commenti chiusi