L’albero di Pasqua, come e perché

A Natale abbiamo l’albero di Natale che riempie e colora la stanza, quindi perché a Pasqua non possiamo avere l’albero di Pasqua?

Si tratta di una tradizione del nord Europa che si sta rapidamente diffondendo anche da noi, un’idea deliziosa per portare un po’ di gioia e luce nelle nostre case nell’attesa della festa.

Un simbolo di rinascita e di primavera, una creazione che può essere molto divertente realizzare con i propri bambini.

Per un albero di Pasqua occorrono pochissimi elementi, ma molta fantasia.

La base, infatti, è composta da qualche ramo con piccole gemme, o magari con qualche delicatissimo bocciolo, da inserire in un vaso con un po’ di acqua. Sono particolarmente adatti i rami di ciliegio, pesco e albicocco.

Per tenerli in posizione ci si può aiutare con una spugna da fiorista imbevuta di acqua.

Il vaso deve essere abbastanza alto da contenere i rami, e può essere di vetro, ceramica, terracotta… non ci sono limiti.

Come decorazione, invece, tutto ciò che richiama la primavera e la Pasqua: uccellini di carta o di stoffa, uova colorate fatte in casa e decorate a piacere, uova ritagliate di carta, fiocchi e nastri, fiori di stoffa e coniglietti pasquali.

Ecco qualche idea adorabile da riprendere e personalizzare per il proprio inimitabile albero di Pasqua


Cosa aspettate a preparare il vostro?

Commenti chiusi