Come illuminare il giardino con il fai da te?

Le giornate stanno gradualmente diventando più lunghe e calde, e il desiderio di passare del tempo all’aperto è sempre più forte. Perciò, una volta completato l’arredo del vostro giardino non vi resta che dargli il tocco finale, aggiungendo le luci.

Per quanto riguarda l’illuminazione da esterno in commercio si trovano molte soluzioni ecologiche, alimentate ad energia solare, che sono un’ottima scelta. Purtroppo spesso si rivelano poco gradevoli esteticamente e con una luce troppo fredda. Con il riciclo creativo si possono creare lampade e sostegni creativo, personalizzati e molto più accoglienti. Vediamo come:

Forando delle vecchie latte di pelati e inserendovi una candela si possono creare luci da appendere ad alberi e cespugli, con creativi giochi di luci realizzati con le vostre mani.

Molto belle anche le bottiglie di vino con luci a LED alimentate a batteria. Pratiche da spostare in qualunque punto necessario.

Ad un filo di luci già esistenti si possono applicare dei barattoli di vetro di conserve, forati sul coperchio, per aggiungere un tocco personalizzato e creativo a ciò che già abbiamo.

Per chi preferisce un tocco più romantico i barattoli di conserve, pieni di acqua, possono rivelarsi degli ottimi porta candele galleggianti. Semplice ma di enorme effetto.

Anche delle bottiglie di vetro, prive del fondo, si rivelano dei porta candele molto scenografici. A voi la scelta se disporli come un lampadario, o appoggiarsi su dei sostegni.

I barattoli offrono infinite possibilità: con l’aggiunta di un manico in fil di ferro, possono essere diventare dei porta candele sospesi.

Mentre invece, decorandoli con spago e colori acrilici, si possono creare effetti di luce particolari e irripetibili.

Tutte le candele usate in queste idee si possono sostituire con candele alimentate a batteria, luci a LED o a energia solare. Non vi resta che sbizzarrirvi!

 

Commenti chiusi