"Nasi rotti fra Bearzot e Cisco: 3-1. Il primo tre volte in campo, il secondo per il pugno di un energumeno in una discoteca di Lignano.

Una notte Cisco fa una serenata sotto la finestra di Clara. A cantare con lui, Rossi, Cabrini, Conti e Graziani.

Costruire un ponte lungo venticinque anni. Ecco il senso del viaggio che Francisco Valenzuela, da Pontevedra in Galizia, fa in un’unica estenuante tappa fino a Lignano Sabbiadoro per portare un regalo a Enzo Bearzot, il Vecio, che compie ottant’anni. Incontrare il mitico c.t. italiano, per Cisco, vuol dire evocare il ricordo della più bella notte d’amore della sua vita. Clara Cortázar, con il gonnellino da tennis: ripensarci è una vertigine.
Mentre la squadra che ora è leggenda — “Zoff, Gentile, Cabrini…” —, allora fischiata e criticata, compiva il miracolo del Mundial ‘82, Cisco era lì, facchino nel loro hotel-ritiro, la Casa del Baron di Pontevedra. E anche lui, a diciassette anni, doveva compiere il miracolo. Lui come Pablito, pallido, sotto peso, bruttino, umile, contro un nemico impossibile, il fidanzato di Clara, figlio del presidente della comunità galiziana, con il sorriso di Cabrini e le spalle di Collovati, e con la promessa di un fulgido futuro. Tuttavia Cisco, proprio come Pablito, aveva una forza segreta ed esplosiva dentro di sé, il coraggio assurdo dei Valenzuela che amano in modo disperato ma una donna sola nella vita, e per conquistarla sono disposti a farsi incornare da un toro… Nell’incontro fra Cisco e il Vecio riprendono vita passioni irresistibili, sfide al destino e l’inseguimento di un sogno, in un sorprendente gioco di corrispondenze. E, poiché la vita non smette mai di stupire, questo viaggio della memoria trascina Cisco e il lettore in una nuova spirale d’amore, nostalgia e mistero."">
"Nasi rotti fra Bearzot e Cisco: 3-1. Il primo tre volte in campo, il secondo per il pugno di un energumeno in una discoteca di Lignano.

Una notte Cisco fa una serenata sotto la finestra di Clara. A cantare con lui, Rossi, Cabrini, Conti e Graziani.

Costruire un ponte lungo venticinque anni. Ecco il senso del viaggio che Francisco Valenzuela, da Pontevedra in Galizia, fa in un’unica estenuante tappa fino a Lignano Sabbiadoro per portare un regalo a Enzo Bearzot, il Vecio, che compie ottant’anni. Incontrare il mitico c.t. italiano, per Cisco, vuol dire evocare il ricordo della più bella notte d’amore della sua vita. Clara Cortázar, con il gonnellino da tennis: ripensarci è una vertigine.
Mentre la squadra che ora è leggenda — “Zoff, Gentile, Cabrini…” —, allora fischiata e criticata, compiva il miracolo del Mundial ‘82, Cisco era lì, facchino nel loro hotel-ritiro, la Casa del Baron di Pontevedra. E anche lui, a diciassette anni, doveva compiere il miracolo. Lui come Pablito, pallido, sotto peso, bruttino, umile, contro un nemico impossibile, il fidanzato di Clara, figlio del presidente della comunità galiziana, con il sorriso di Cabrini e le spalle di Collovati, e con la promessa di un fulgido futuro. Tuttavia Cisco, proprio come Pablito, aveva una forza segreta ed esplosiva dentro di sé, il coraggio assurdo dei Valenzuela che amano in modo disperato ma una donna sola nella vita, e per conquistarla sono disposti a farsi incornare da un toro… Nell’incontro fra Cisco e il Vecio riprendono vita passioni irresistibili, sfide al destino e l’inseguimento di un sogno, in un sorprendente gioco di corrispondenze. E, poiché la vita non smette mai di stupire, questo viaggio della memoria trascina Cisco e il lettore in una nuova spirale d’amore, nostalgia e mistero."">

Libro L'Amore ai tempi di Pablito di Luigi Garlando

Descrizione

Copertina morbida e pari al nuovo.
I libri che non fanno parte di un lotto li spedisco come "Piego libro" ordinario. Scambio preferibilmente con altri libri della mia lista.

"Nasi rotti fra Bearzot e Cisco: 3-1. Il primo tre volte in campo, il secondo per il pugno di un energumeno in una discoteca di Lignano.

Una notte Cisco fa una serenata sotto la finestra di Clara. A cantare con lui, Rossi, Cabrini, Conti e Graziani.

Costruire un ponte lungo venticinque anni. Ecco il senso del viaggio che Francisco Valenzuela, da Pontevedra in Galizia, fa in un’unica estenuante tappa fino a Lignano Sabbiadoro per portare un regalo a Enzo Bearzot, il Vecio, che compie ottant’anni. Incontrare il mitico c.t. italiano, per Cisco, vuol dire evocare il ricordo della più bella notte d’amore della sua vita. Clara Cortázar, con il gonnellino da tennis: ripensarci è una vertigine.
Mentre la squadra che ora è leggenda — “Zoff, Gentile, Cabrini…” —, allora fischiata e criticata, compiva il miracolo del Mundial ‘82, Cisco era lì, facchino nel loro hotel-ritiro, la Casa del Baron di Pontevedra. E anche lui, a diciassette anni, doveva compiere il miracolo. Lui come Pablito, pallido, sotto peso, bruttino, umile, contro un nemico impossibile, il fidanzato di Clara, figlio del presidente della comunità galiziana, con il sorriso di Cabrini e le spalle di Collovati, e con la promessa di un fulgido futuro. Tuttavia Cisco, proprio come Pablito, aveva una forza segreta ed esplosiva dentro di sé, il coraggio assurdo dei Valenzuela che amano in modo disperato ma una donna sola nella vita, e per conquistarla sono disposti a farsi incornare da un toro… Nell’incontro fra Cisco e il Vecio riprendono vita passioni irresistibili, sfide al destino e l’inseguimento di un sogno, in un sorprendente gioco di corrispondenze. E, poiché la vita non smette mai di stupire, questo viaggio della memoria trascina Cisco e il lettore in una nuova spirale d’amore, nostalgia e mistero."

Dettagli
Inserito il 16/11/2013
Scade il 17/06/2020
Status Inserzione rimossa
Barter

Misia77


roma (RM)
12
157 - 100% positivi

Condividi


Le EcoAziende suggerite da EcoSost